L’acqua sulla Terra è arrivata grazie alla polvere interstellare

Le origini della presenza di acqua sulla Terra sarebbero da ricercare in una nube di polvere interstellare che circondava il nostro Sistema Solare.

Una teoria del tutto nuova sulle origini dell’acqua sul nostro pianeta. Uno studio realizzato dall’Istituto di Astrobiologia della Nasa ha, infatti, dimostrato come a generare la presenza del prezioso liquido blu sul nostro pianeta siano stata i fitti granelli di polvere che, all’epoca della formazione del Sistema Solare, avvolgevano i pianeti. Lo studio si è avvalso di un’analisi molto dettagliata delle più antiche presenze di acqua collocate nella profondità della Terra. Si tratte di labili tracce che sono localizzate in una zona tra il mantello e la crosta terrestre, ma che riaffiorano sporadicamente con le varie eruzioni.

L’acqua sulla Terra è arrivata grazie alla polvere interstellare Fonte: Idrosight

Ebbene la “firma chimica” dell’antichissima acqua presente nelle viscere della Terra è praticamente la stessa dei nostri oceani. In sostanza questo significa che a portare l’acqua sul nostro pianeta non è stato un successivo bombardamento di comete, come si credeva in precedenza, ma la primordiale nuvola di polvere del Sistema Solare ancora in formazione.

Lascia un commento

*