Spazio: la Svizzera sbarca su Mercurio con BELA

Mercurio in tre dimensioni grazie alla sonda sviluppata all'Università di Berna.

Si chiama BELA ed è la nuova sonda messa a punto dall’Università di Berna. Si tratta di un apparecchio con funzionalità innovative e destinato all’osservazione del pianeta Mercurio. Il lancio è fissato per il mese di aprile del 2018 nell’ambito del programma BEPI Colombo, la prima missione europea per l’esplorazione del corpo celeste più vicino al Sole. All’arrivo, previsto per il 2024, BELA metterà a punto l’innovativa tecnologia in grado di realizzare un’accurata rilevazione topografica del pianeta in tre dimensioni.

mercurio

Spazio: la Svizzera sbarca su Mercurio con BELA

La strumentazione necessaria ha appesantito non poco la sonda soprattutto per la quantità di energia che serve per la tecnologia laser. La missione sarà la degna erede di Messenger, la sonda inviata dalla NASA nell’orbita di Mercurio ed attiva fino all’anno scorso. Sono oltre duecentomila le foto inviate dalla missione dell’agenzia spaziale americana regalandoci un profilo completo di un pianeta fino ad allora poco conosciuto.

Lascia un commento

*