Paralisi del sonno: perché accade? La spiegazione degli esperti

L'origine e i rimedi della paralisi del sonno. Ecco perché restiamo immobilizzati durante il sonno.

La paralisi del sonno è una sensazione fortemente sgradevole che vede il nostro corpo assolutamente incapace di muoversi. Si tratta di una manifestazione molto comune e che genera, in alcuni casi, forte angoscia e paura. Può accadere, inoltre, che la manifestazione si verifichi insieme ad allucinazioni sonore o alla sensazione di avere una persona accanto.  Di solito l’evento è preceduto da una sensazione di formicolio che attraversa il corpo. In alcuni casi il soggetto che manifesti la paralisi, in preda al panico, prova a gridare riuscendo ad emettere una voce flebile; insomma un evento davvero inquietante. In realtà, nonostante le sgradevoli sensazioni, la paralisi del sonno è del tutto innocua.

paralisi-del-sonno

Paralisi del sonno: perché accade? La spiegazione degli esperti Fonte: Milano Post

L’origine della manifestazione è in una discrepanza tra l’atteggiamento del cervello, del tutto vigile, e quello dei muscoli del corpo che si trovano in uno stato di riposo. La paralisi è quindi il frutto di un funzionamento del nostro organismo che, per impedire movimenti inconvulsi, limita la risposta agli stimoli somatici sensoriali inibendo i motoneuroni inferiori. Il rimedio, secondo gli esperti, può essere di aspettare, con calma, la fine della paralisi che, di solito, dura al massimo due minuti. In alternativa si può provare a muovere un arto, concentrando tutta l’energia in un singolo punto, o respirare profondamente cercando di risvegliare il corpo.

Lascia un commento

*