California: diga di Oroville rischia di collassare, 200mila evacuati

Diga di Oroville: si aggrava la situazione. Evacuati gli abitanti di sette comuni del circondario.

Potrebbe essere un disastro di dimensioni colossali quello che si appresta a vivere gli Stati Uniti d’America. Le incessanti piogge degli ultimi giorni hanno fortemente indebolito il canale di scolo della diga di Oroville, la più alta del paese, con il rischio di travolgere le cittadine a valle. Gridlay, Oroville, Palermo, Thermalito, Wyandotte, South Oroville, Oroville East ed Oroville Dam rischiano seriamente di essere spazzate via da un muro d’acqua di proporzioni spaventose. Intanto le piogge non danno tregua ed, a dispetto di un momentaneo miglioramento, si prevede una nuova allerta per la giornata di mercoledì.

oroville-diga

La diga di Oroville, come detto, è una delle più grandi del paese e fornisce acqua all’intera area della Central Valley, sia per l’agricoltura che per i comuni cittadini attraverso un lago artificiale. Le piogge hanno inizialmente danneggiato uno degli scarichi principali e poi quello di emergenza, utilizzato subito dopo.  Il risultato è stato un colossale e continuo scarico di acqua. E intanto il livello del lago sale ad altezze spaventose straripando al margine superiore, ad un’altezza di oltre 230 metri. Il rischio è che la diga di Oroville rilasci una quantità d’acqua incontrollata allagando le città del circondario. I soccorsi, intanto, stanno cercando di rimediare ponendo delle rocce in grado di limitare il rilascio di acqua nel lago; una lotta contro il tempo.

Il video della diga di Oroville e del lago ripresi dall’alto

Lascia un commento

*