Campi Flegrei: un lago di magma in crescita in profondità

Le ultime rilevazioni hanno scoperto la presenza di un vasto bacino di magma in lenta risalita. Nessun allarme per gli esperti.

Un vero e proprio lago di magma, nelle viscere dei Campi Flegrei, sta risalendo lentamente verso la superficie. A rivelarlo sono gli esperti che tengono a precisare, però, come la situazione resti ”non preoccupante”. Il livello di allerta della Protezione Civile, intanto, passa da verde a giallo, mentre la vita scorre tranquillamente nella zona a nord di Napoli. Intanto, però, il volume delle fumarole sono cresciute di dieci volte nell’ultimo decennio mentre la temperatura dei gas è aumentata tra i quattro ed i cinque gradi. E che qualcosa si muova nel sottosuolo dei Campi Flegrei lo confermano anche le rilevazioni dei satelliti i quali hanno scoperto un rigonfiamento del terreno, nell’area di Pozzuoli, di 25 centimetri.

Campi Flegrei: un lago di magma in crescita in profondità

Una possibile eruzione potrebbe essere devastante, come dimostrano i reperti risalenti a 39 mila anni e le tracce di cenere giunte fino in Groenlandia, ma anche di modesta entità, come accaduto nel 1538. Insomma la possibilità che i Campi Flegrei tornino ad eruttare sono, per ora, basse e non è detto che la prossima attività non sia debole come quasi cinque secoli fa. Intanto la situazione è costantemente monitorata dai tecnici dell’Ingv e del Cnr.

Fonte: http://www.repubblica.it/scienze/2017/04/12/news/tra_i_guardiani_dei_campi_flegrei_qui_sotto_cresce_un_lago_di_magma_-162847688/

Lascia un commento

*