Fertilità maschile mai così bassa: i comportamenti sbagliati da evitare

Alcune abitudini sbagliate rischierebbero di aumentare il rischio di infertilità maschile. Ecco quali.

Uno dei fenomeni che sembra caratterizzare i tempi moderni è la diminuzione continua della fertilità maschile. Una vera e propria emergenza che coinvolge i giovani come gli uomini di mezza età. Tra le possibili cause del problema potrebbero esserci diverse abitudini sbagliate. Una delle cause della riduzione degli spermatozoi, ad esempio, è l’utilizzo di indumenti stretti, come l’abitudine a fumare, una dieta scorretta e l’insufficiente movimento fisico. E’ dimostrato come questi atteggiamenti provochino una repentina diminuzione del testosterone, come sottolineato dagli esperti nel corso del meeting “La salute andrologica: corretta informazione, efficace prevenzione e diagnosi precoce”  tenutosi al Policlinico Umberto I. La percentuale di coppie che sono costrette ad affrontare il difficile problema della poca fertilità maschile, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è compresa tra 15 ed 20%.

Fertilità maschile mai così bassa: i comportamenti sbagliati da evitare Fonte: Manchester Fertility

Secondo gli studiosi dell’International Journal of Andrology, inoltre, tra i maschi nati tra il  1979 ed il 1987 la quantità di spermatozoi è diminuita del 25%. L’alcol, il fumo, la sedentarietà e l’uso di droghe secondo gli studiosi, hanno provocato una diminuzione quantificabile nel  10% delle dimensioni dei testicoli tra i giovani. Con una dieta sana ed equilibrata il calo del rischio di alterazioni nel liquido seminale è 15%”. Ma sono gli indumenti stretti, come detto, a rappresentare uno degli elementi di maggiore rischio. Indossare mutande eccessivamente aderenti durante la notte, rischia di aumentare la temperatura dei testicoli con il risultato di azzerare la quantità di spermatozoi.

Lascia un commento

*