Mar Tirreno: scoperta catena di vulcani sommersi

Una catena di vulcani, dalla lunghezza di circa 90 chilometri, è stata scoperta sui fondali del Tirreno.

Sono quindici i vulcani sommersi, di cui sette non ancora noti, collocati lungo una catena di circa novanta chilometri di lunghezza che va dalle coste antistanti l’area meridionale della provincia di Salerno fino alla costa calabra, a circa trenta chilometri da Sangineto, in provincia di Cosenza. A rivelarlo sulla rivista Nature Communications, è l’INGV, autore di uno studio insieme all’Istituto per l’ambiente marino costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche. La scoperta rappresenta il risultato di una serie di studi oceanografici durati anni.

vulcani

Conosciuta con il nome di Palinuro, la catena dimostra come il fenomeno delle zone di subduzione, attive nell’area con le placche scivolano una sull’altra, possa essere collegato alla presenza di vulcani. Alcuni degli edifici vulcanici sono noti perché emersi come le Isole Eolie mentre altri si trovano al di sotto di decine metri di acqua come il Marsili. La catena di vulcani si trova ad una profondità compresa tra gli 3.200 e gli 80 metri rappresentando una spaccatura della crosta terrestre da cui risale il magma. Alcuni dei vulcani scoperti sono stati in piena attività fino a  300.000 anche se non è da escludere che siano stati attivi più recentemente.

Lascia un commento

*