Soffri di insonnia? Hai più possibilità di soffrire di depressione ed ansia

La maggiore incidenza di depressione, ansia e pensieri negativi è una delle conseguenze più devastanti dell'insonnia.

Dormire otto ore a notte è necessario per consentire al corpo di funzionare al 100%. Una qualità ed una durata del sonno insufficiente può incidere negativamente sulle funzioni psicofisiche limitando le prestazioni del cervello, ma anche l’umore. Una stretta correlazione tra insonnia, depressione ed ansia è stata scoperta da un team di esperti psicologi dell’Università Binghamton – Università Statale di New York. La ricerca è stata effettuata su 52 persone, di età diversa, e tutti accompagnati spesso da pensieri negativi. Gli esperti hanno esposto i membri del campione ad una serie di immagini negative monitorandone la riposta e la durata del sonno.

Soffri di insonnia? Hai più possibilità di soffrire di depressione ed ansia

Soffri di insonnia? Hai più possibilità di soffrire di depressione ed ansia

Dalla ricerca è emerso che i soggetti che avevano un sonno ridotto erano gli stessi che si soffermavano maggiormente sulle immagini negative e riscontravano difficoltà a spostare l’attenzione sugli altri stimoli. Gli esperti hanno così rilevato come questi soggetti ”fissassero” gli elementi spiacevoli nel cervello, con maggiori difficoltà a passare oltre rispetto agli altri. Insomma l’insonnia spingerebbe il cervello ad essere sopraffatto dai pensieri negativi potenziando lo stato di agitazione ed alimentando un ciclo vizioso che accrescerebbe l’incapacità di dormire. La soluzione, secondo gli esperti, è di regolare il ciclo del sonno dei pazienti.

 

Lascia un commento

*