Sarà possibile in futuro guardare il calcio con la tecnologia VR?

Il calcio è in Italia lo sport più seguito in assoluto, sia per numero di tifosi che si recano ogni settimana allo stadio per seguire di persona la propria squadra del cuore, sia per numero di appassionati di questo sport che hanno sottoscritto un abbonamento a pagamento per guardare le partite comodamente da casa in alta definizione.

Negli ultimi anni sono state presentate in Italia anche delle piattaforme legali di calcio in streaming, grazie alle quali si possono seguire gli incontri direttamente da computer e smartphone. Non stupisce dunque che il calcio sia anche lo sport principale nell’ambito delle scommesse sportive online: gli amanti di questo sport si tengono informati sulle notizie più importanti delle squadre che si sfideranno, per cercare di fare una previsione corretta e di sfruttare al meglio le quote dei bookmakers.

Calcio e realtà virtuale

Una novità che è stata accolta con entusiasmo dai tifosi è stata l’introduzione della realtà virtuale. L’aumento della popolarità del calcio e la crescita del settore ad esso collegato sono stati resi possibili anche dall’innovazione tecnologica, che ha consentito a questo sport di restare a passo con i tempi. Lo sviluppo tecnologico ha cambiato il calcio – si pensi, ad esempio, all’evoluzione del pallone o dei campi da gioco – ma ha modificato profondamente anche il modo in cui gli spettatori possono interagire con l’evento.

La realtà virtuale da qualche anno a questa parte ha trovato impiego in diversi settori ed ha portato a profondi cambiamenti nell’esperienza dell’utente. In alcuni negozi online grazie alla realtà virtuale è possibile fare un tour tra gli oggetti in vendita, percependo la sensazione di essere davvero in negozio a fare shopping. Lo stesso potrebbe accadere a breve con le partite di calcio: i tifosi grazie alla realtà virtuale potrebbero avere la sensazione di essere presenti di persona all’evento sportivo, vivendo un’esperienza immersiva e diversa rispetto alla visione delle partite a cui siamo abituati.

Sono in molti ad essere convinti che con questa innovazione tecnologica ci saranno dei cambiamenti nel nostro stile di vita e nelle attività che svolgiamo ogni giorno. Alcuni si spingono addirittura a dire che la realtà virtuale cambierà il mondo e che presto sarà inserita nella lista delle più grandi invenzioni di tutti i tempi. Per il momento non siamo ancora a questo punto, ma i presupposti per una vera e propria rivoluzione ci sono e ciò è dimostrato dal fatto che si sta introducendo la realtà virtuale in settori molto diversi tra loro.

Alcune squadre italiane si stanno già muovendo in questa direzione, ad esempio la Juventus ha sviluppato l’applicazione Juventus VR, che consente ai tifosi di fruire di alcuni contenuti esclusivi nei quali ci si potrà immergere a trecentosessanta gradi. La realtà virtuale è divenuta oggetto di interesse anche per i musei del calcio, primo fra tutti il FIFA World Cup 2002 Seoul Stadium, che ha alcune aree dedicate alla realtà virtuale con contenuti esclusivi e mini-giochi con cui i visitatori possono cimentarsi per rendere la visita al museo ancora più divertente.