Cina: scoppia lo scandalo dei vaccini anti-Covid contraffatti. Arrestate 80 persone

Non è chiaro quanti vaccini siano stati messi in commercio dai contraffattori.

La polizia cinese ha arrestato 80 persone che vendevano falsi vaccini anti covid-19 e ha sequestrato più di 3.000 siringhe contenenti una soluzione salina, secondo quanto riportato lunedì dal Global Times. Gli arrestati vendevano i prodotti contraffatti dal settembre dello scorso anno e avevano programmato di spedire il presunto farmaco nei paesi stranieri, ha dichiarato il quotidiano cinese che cita una fonte vicina a un importante produttore di vaccini nel paese. La polizia ha condotto raid in varie parti di Pechino e in diverse città delle province orientali di Jiangsu e Shandong. Non è ancora chiaro la quantità esatta di dosi contraffatte già commercializzate dalla rete criminale.

Cina: scoppia lo scandalo dei vaccini anti-Covid contraffatti. Arrestate 80 persone

Le autorità del Paese asiatico hanno avvertito che prenderanno misure drastiche contro i contraffattori dei vaccini anticovidi e hanno ricordato ai cittadini l’importanza di ottenere i farmaci solo attraverso i canali ufficiali. L’esperto di vaccini Tao Lina ha, intanto, rassicurato che le soluzioni saline non causano problemi di salute o effetti negativi.