Erutta il vulcano Nyiragongo: oltre 250mila persone in fuga

In una delle eruzione più devastanti, il vulcano congolese provocò circa seicento morti.

Momenti di paura in Congo in seguito all’esplosione del vulcano Nyiragongo, uno dei più pericolosi del mondo, a pochi chilometri di distanza da Goma, capitale del Nord Kivu nella Repubblica Democratica del Congo. L’eruzione del tutto improvvisa, ha provocato la fuga di migliaia di residenti dell’area, diretti verso il vicino Ruanda. Nel 1977 il vulcano, di oltre 3000 metri di altitudine, provocò oltre 600 morti distruggendo i centri abitati collocati sulle pendici.

Intanto le autorità governative congolesi hanno ordinato l’evacuazione dell’intera popolazione di Goma che conta 250mila abitanti. Ad annunciarlo è il ministro delle Comunicazioni Patrick Muyaya su Twitter.