Tempesta Solare Imminente: Effetti e Spettacoli Celesti

Il Sole si avvicina al picco di attività con tempesta geomagnetica grave in arrivo. Effetti e aurore boreali previste. Importanza della protezione e consapevolezza.

immagine dell'articolo
Stasera vedremo aurore nelle medie latitudini! (Krissanapong Wongsawarng/Shutterstock.com)

Il Sole si avvicina al picco di attività del ciclo solare attuale, con il NOAA Space Weather Prediction Center che ha emesso un avviso di tempesta geomagnetica grave, un evento non registrato dal gennaio 2005. Una massiccia velocità di plasma solare si sta dirigendo verso la Terra, minacciando di colpirla. Nonostante il campo magnetico terrestre ci protegga, è importante essere consapevoli degli effetti delle tempeste geomagnetiche più intense.

Queste tempeste possono causare problemi di controllo della tensione, interferenze nella navigazione e malfunzionamenti dei satelliti, fondamentali per le nostre attività quotidiane. Inoltre, possono generare blackout radio. Tuttavia, non tutto è negativo: ci aspettiamo spettacolari aurore boreali, visibili a latitudini più basse del solito a causa dell’energia significativa del plasma solare in arrivo.

La causa di questo fenomeno è una gigantesca e altamente attiva macchia solare chiamata AR3664, che ha generato diversi brillamenti solari recentemente. Questa macchia solare, larga quanto 16 Terre affiancate, è visibile a occhio nudo, ma è importante proteggere gli occhi con gli appositi occhiali.

Il disco solare è per lo più di un rosso scuro tranne l'area della macchia solare che è luminosa e occasionalmente lampeggia
Viste estreme ultraviolette del Sole con brillamenti rilasciati dalla massiccia macchia solare AR3664.
NASA/SDO/AIA

Le espulsioni di massa coronale rilasciate da AR3664 stanno per raggiungere la Terra, con almeno cinque di esse dirette verso di noi. È possibile che tre di queste si combinino in un’espulsione di massa coronale cannibale, un fenomeno raro che potrebbe generare un’onda di plasma devastante. L’impatto sulla Terra è previsto tra il 10 e il 12 maggio, con il picco di attività previsto per il sabato.

Le tempeste geomagnetiche gravi si verificano approssimativamente ogni 11 anni, con circa 100 eventi per ciclo solare. Le tempeste solari estreme sono ancora più rare, con solo quattro per ciclo. L’ultima tempesta geomagnetica estrema risale al 2003, causando blackout di corrente in Svezia e danneggiando trasformatori in Sudafrica.

Il sole è coperto in questa vista e onde o plasma possono essere visti rilasciarsi più e più volte.
Eruzioni di massa coronale viste dal Sole negli ultimi giorni (i punti luminosi sono Venere a destra e Giove a sinistra)
NASA/ESA/SOHO

Links: