A Settembre un asteroide cadrà sulla Terra, la risposta della NASA: cronaca dell’ennesima bufala vergognosa

Un gruppo di complottisti pubblica la data di un devastante impatto di un asteroide atteso a Settembre, la risposta della NASA

Ci risiamo: eccone un’altra, devastante, tremenda, surreale bufala pubblicata da uomini senza scrupolo con il solo intendo di sviolinare fandonie e svilire 1500 anni di ricerca scientifica. E sapere qual’è la cosa peggiore? Che la gente, sembra assurdo, ci crede! Ho visto questa notizia essere apparsa su siti di caratura internazionale, prima di essere clamorosamente smentita e sbugiardata dalla NASA, ricevendo centinaia di migliaia di condivisioni e commenti, alcuni con citazioni bibliche, altro di persone che accusavano le autorità di nascondere la cosa (ma cosa c’è da nascondere? il nulla?). Insomma, ci risiamo: quando la scienza viene presa in ostaggio dal mero complottismo di quarta fascia, non ce n’è per nessuno, e la cosa seria è che se per caso una persona che fa della scienza la propria vita gli risponde, si vede recapitati insulti e minacce. La scienza da tempo è in ostaggio di uomini senza scrupoli, con lo scopo di trarre quattrini, di far parlare di se e di cercare fama, ben sapendo che troverà sempre una discreta fetta di popolazione che cadrà nel tranello, e una volta che le teorie del complotto si insinuano nella mente di qualcuno, non c’è spiegazione scientifica o esperto che tenga, saranno complottisti a vita. E’ la triste verità che in anni di scrittura on-line ho appreso.

Leggi anche: vita extraterrestre, ora si scruta attentamente il satellite Europa

La teoria dell’impatto dell’asteroide invisibile parla di un gigantesco masso cosmico atteso sulla Terra tra 22 e 28 Settembre di quest’anno (ecco già una prima grossa incongruenza, dato che a giorno d’oggi sappiamo anche il minuto preciso in cui un asteroide passerà vicino alla Terra tra anni, ecco un caso recente) è stata proposta da un gruppo imprecisato di persone (ho cercato a lungo i nomi di questi geni, ma non li ho trovati!) e il succo di questa teoria è banalmente riassumibile in: un asteroide cadrà sulla Terra, moriremo tutti, 11111111.

A Settembre un asteroide cadrà sulla Terra, la risposta della NASA: cronaca dell'ennesima bufala vergognosa

A Settembre un asteroide cadrà sulla Terra, la risposta della NASA: cronaca dell’ennesima bufala vergognosa

La caduta di questo asteroide (non sappiamo neanche le misure! Ma possibile che milioni di persone nel mondo proprietari di un telescopio non hanno ancora individuato nulla del genere?) provocherebbe la fine della civiltà umana nel giro di tre mesi, a causa di sconvolgimenti climatici. L’unica cosa vera di questa vicenda è che se per puro sfortunato caso, in un tempo futuro, la Terra dovesse essere colpita da un asteroide di grosse dimensioni, li si che c’è la possibilità della fine dell’umanità anche grazie ad eventi climatici e l’insorgere di condizioni molto simili all’era glaciale, in passato è già successo e potrebbe succedere nuovamente nei prossimi 5 miliardi di anni, auguriamoci che quando tale eventualità dovesse paventarsi, l’uomo abbia già sviluppato le adeguate strumentazioni e mezzi di difesa validi ed utili. 

Leggi anche: ecco un caso di asteroide con una minima possibilità di pericolosità per la Terra

La risposta della NASA su questa bufala dell’asteroide a Settembre non si è fatta di certo attendere: “La NASA non conosce asteroide o una cometa attualmente in rotta di collisione con la Terra, per cui la probabilità di un grande scontro è abbastanza piccola. Infatti, come meglio possiamo dire, non oggetto di grandi dimensioni è probabile che colpirà la Terra in qualsiasi momento nei prossimi 100 anni.” Sapete l’ultima cosa che mi fa desolare? Tra teoria complottista e risposta della NASA, molta gente crede ancora alla teoria complottista: credere a qualcosa di strano e particolare suscita qualche meccanismo strano nella mente delle persone, perchè vieni a conoscenza di qualcosa che altri non sanno, e questo fa sembrare tutti alternativi e più intelligenti, ma utilizzare delle invenzioni per coprire complesse ma confermate ricerche e teorie scientifiche non vi fa diventare più bravi ed acculturati, casomai più stupidi.