Partecipa al progetto SunSketcher: osservare il Sole come mai prima d’ora

La NASA invita gli appassionati di astronomia a contribuire al progetto SunSketcher durante l’eclissi solare del 2024 per studiare l’interno del Sole e la sua forma non sferica.

Una foto di un'eclissi solare che mostra l'anello luminoso del sole oscurato dalla luna sospeso nell'oscurità. In cima all'anello luminoso c'è una macchia di luce che rappresenta le Perle di Baily.
Utilizzando un’applicazione appositamente sviluppata, puoi scattare foto dell’eclissi imminente e aiutare a catturare immagini delle Perle di Baily, che aiuteranno gli scienziati a mappare la forma del Sole. (MAV drone/Shutterstock.com)

La NASA ha lanciato un appello a tutti gli appassionati di astronomia per partecipare al progetto SunSketcher durante l’imminente eclissi solare del 8 aprile 2024. L’agenzia spaziale statunitense invita i cittadini a utilizzare i propri smartphone per raccogliere dati cruciali sulla forma del Sole durante l’evento celeste. Il Professor Gordon Emslie, capo ricercatore del progetto, ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa, spiegando che l’eclissi del 2024 offre un’opportunità unica per studiare la struttura interna della stella grazie alle osservazioni degli smartphone posizionati lungo il percorso dell’eclissi che si estende per duemila miglia da Texas a Maine.

Ma perché è così importante determinare la forma del Sole? Nonostante sembri una sfera, il Sole è in realtà un corpo celeste composto principalmente da plasma, il che significa che non ha una superficie solida. Questo plasma in rotazione provoca un’espansione al centro, fenomeno noto come oblazionamento o appiattimento polare. Questa caratteristica non è unica al Sole, ma è riscontrabile anche su altri pianeti come la Terra, Giove e Saturno, sebbene con variazioni diverse. Nel caso del Sole, l’oblazionamento è influenzato da varie peculiarità legate alla sua rotazione non uniforme, come evidenziato dal movimento delle macchie solari che indicano una rotazione differenziale sulla superficie.

Per comprendere meglio queste dinamiche, la NASA ha lanciato il progetto SunSketcher per coinvolgere i cittadini nella raccolta di dati fondamentali per esaminare l’interno del Sole. Misurare con precisione l’oblazionamento solare consentirà di effettuare calcoli accurati sugli effetti della gravità solare sui pianeti interni come Mercurio, offrendo così una prova empirica per diverse teorie gravitazionali.

Ma come si svolgerà concretamente questa ricerca? Oltre all’impiego dell’app SunSketcher da parte dei cittadini scienziati, la NASA si affiderà anche all’osservazione delle perle di Baily durante l’eclissi solare totale o anulare. Questi piccoli bagliori di luce visibili durante il passaggio della Luna davanti al Sole forniscono informazioni cruciali sulla forma e la struttura della stella. L’app SunSketcher è progettata per catturare fotografie delle perle di Baily durante i momenti chiave dell’eclissi, consentendo alla NASA di ottenere dati dettagliati per mappare con precisione l’oblazionamento solare.

Scaricabile già per iPhone, l’app SunSketcher sarà presto disponibile anche per dispositivi Android, offrendo a tutti gli appassionati di astronomia la possibilità di contribuire a un vasto database di osservazioni che consentirà di approfondire la nostra comprensione della stella che ci illumina ogni giorno.

Links: