Proxima b non è abitabile: pianeta investito da potentissimo flare

Proxima b, il pianeta ''gemello della Terra'', è stato colpito da una gigantesca tempesta stellare: un fenomeno che avrebbe messo fine ad ogni forma di vita sul pianeta.

Una gigantesca eruzione stellare, prodotta da Proxima Centauri, la stella più vicina al Sole,  ha investito in pieno Proxima b. Un evento, registrato nel 2016, che conferma come le stelle nane rosse rappresentino una categoria di corpi celesti ”esuberanti” con fenomeni in grado di mettere a repentaglio lo sviluppo della vita sui pianeti. Il flare, avvistato dagli esperti dell’Università del Colorado, ha messo fine ad ogni speranza circa l’esistenza di forme di vita aliene sul pianeta roccioso. Le dimensioni dell’eruzione sono state davvero imponenti nell’ambito di un fenomeno che sulla Terra avrebbe avuto effetti devastanti. 

Proxima b non è abitabile: pianeta investito da potentissimo flare

Proxima b non è abitabile: pianeta investito da potentissimo flare

La distanza tra la piccola stella ed il ”gemello della Terra” sono davvero ridotte, una condizione che espone l’oggetto a periodiche tempeste stellari, anche di forte entità. Insomma uno dei pianeti indicati come  indiziato per ospitare forme di vita, esce dalla lista degli oggetti abitabili. E pensare che erano già in progetto dei viaggi spaziali verso il sistema planetario di Proxima Centauri.

Lascia un commento

ERROR: si-captcha.php plugin: GD image support not detected in PHP!

Contact your web host and ask them to enable GD image support for PHP.

ERROR: si-captcha.php plugin: imagepng function not detected in PHP!

Contact your web host and ask them to enable imagepng for PHP.