Indonesia: scoperto il più antico dipinto figurativo al mondo

La rappresentazione raffigura esseri metà uomini e per metà animali che cacciano.

Un gruppo di archeologi dell‘Università di Griffith, a Brisbane, in Australia, ha annunciato una scoperta che potrebbe riscrivere l’origine dell’arte preistorica. In una remota grotta sull’isola di Sulawesi, in Indonesia, i ricercatori hanno trovato una serie di pitture rupestri di almeno 43.900 anni fa, un’età che la rende la più antica opera figurativa conosciuta. Gli scienziati hanno descritto le loro scoperte in uno studio pubblicato mercoledì sulla rivista accademica Nature. I disegni sono stati trovati nella grotta calcarea di Leang Bulu. Le pitture rupestri, realizzate su una roccia liscia di circa 4,5 metri di larghezza, sembrano rappresentare esseri in parte uomo e in parte bestia, a caccia di maiali e bufali armati di lance e corde.

“Questa scena di caccia – hanno scritto gli autori dello studio, guidati dall’archeologo Maxime Aubert – è, per quanto ne sappiamo oggi, la più antica documentazione pittorica di narrazione e la più antica opera d’arte figurativa del mondo“. L’intera regione, spiegano gli esperti, è ricca di dipinti antichi. Ad oggi sono 242 i siti di arte rupestre; molti altri potrebbero essere ancora nascoste dalla natura.