Ondata di caldo al Polo Nord: temperature aumentate di 35 gradi

Osservata impressionante ondata di caldo al Polo Nord e nelle regioni dell'Artico, in Groenlandia e Siberia. E' allarme.

Un’ondata di caldo anomalo è stata registrata da un team di ricercatori  nel Polo Nord. Si tratta di un flusso di aria che ha fatto salire le temperature di oltre 35 gradi rispetto alla media del periodo. Il fenomeno ha interessato anche la Siberia e la Groenlandia e si è verificato nello stesso periodo in cui l’Europa era investita dall’ondata di gelo più impressionante degli ultimi anni.  A lanciare l’allarme è un team di esperti californiano, sulla base dei dati della stazione meteorologica di Cape Morris Jesup, in Groenlandia. Un’area all’estremo nord, ma che ha registrato, nel periodi di febbraio, temperature superiori alle capitali europee, comprese le città italiane.

Ondata di caldo al Polo Nord: temperature aumentate di 35 gradi

Ondata di caldo al Polo Nord: temperature aumentate di 35 gradi

Si tratta di dati impressionanti quelli descritti dagli scienziati. Se nel periodo di febbraio le temperature delle aree artiche variano tra i quindici ed i trentasei gradi sotto zero, nei giorni scorsi, in particolare tra il 22 e il 23 febbraio, sono state registrate temperature solo positive, fino a 6,2 gradi sopra lo zero. Si tratta di picchi già registrati nel recente passato, ma mai per un periodo di tempo così prolungato. Insomma un caldo persistente che sta stravolgendo l’area più fredda del pianeta con dirette conseguenze sullo strato di ghiaccio che, secondo la Nasa, si sta assottigliando del 13,2% ogni decennio.