Gp-Write: il progetto per sviluppare super cellule resistenti ai virus

Dall'idea di sintentizzare l'intero genoma umano al progetto di creazione di cellule ultra resistenti all'attacco dei virus

Produrre vaccini e farmaci biologici grazie a cellule umane, sviluppate in laboratorio per resistere ad ogni tipo di virus. L’idea è nata da un team che fa capo al Genome Project Write o Gp-Write, un progetto internazionale avviato nel 2016 con l’obiettivo di creare super cellule da sfruttare come mini fabbriche estremamente sicure; partendo dallo sviluppo della tecnologia necessaria per poter dar forma a veri e propri genomi sintetici compreso quello umano. Ad oggi Gp-Write conta oltre 200 ricercatori che lo scorso 1 maggio hanno discusso della nuova roadmap; diversi prestigiosi istituti promuovono e sostengono il progetto: tra questi la New York University School of Medicine e l’Harvard Medical School. Inizialmente si pensava di arrivare a sintetizzare un intero genoma umano artificiale, una vera e propria impresa colma di difficoltà tanto che si arrivati a ridimensionare tale idea concentrandosi invece sullo sviluppo di super cellule, procedura questa ritenuta in prima battuta uno dei progetti pilota.

Gli esperti dovranno riuscire a ricodificare il Dna andando cioè a modificare le sequenza di tre lettere che vanno a determinare, durante la sintesi delle proteine, l’inserimento di specifici amminoacidi. Una volta che tali codoni saranno stati modificate, le cellule saranno in grado di resistere ai virus che non avranno la possibilità di ‘sfruttarle’ per replicarsi e provocare l’infezione. Un’impresa non facile, come rivelato da alcuni scienziati su Nature, in particolar modo a causa della mancanza, a due anni dal lancio del progetto, di specifici finanziamenti che possano consentire l’avvio del progetto.