Uomo attaccato da un orso polare, aggredito e ucciso

Un 31enne intento a pescare insieme alle figlie sull'isola candese di Sentry è stato attaccato da un orso polare. Il padre ha permesso alle figlie di salvarsi, ma è deceduto

Dramma sull’isola di Sentry in Canada, dove si è verificato un evento piuttosto raro legato molto probabilmente anche alle difficoltà di sopravvivenza. Un orso polare ha attaccato ed ucciso un uomo di 31 anni, che nulla ha potuto fare per sfuggire: capita molto di rado che questi animali attacchino l’uomo ma in virtù delle grosse difficoltà vissute dagli esemplare che si trovano in diverse aree del Canada nord-ocidentali, il numero delle aggressioni verso gli uomini potrebbero aumentare esponenzialmente secondo quanto affermato dalle autorità locali.

Orso polare

Orso polare

L’attacco delle ultime ore ne è la conferma: Aaron Gibbons, la vittima, si trovava insieme alle figlie sull’isola canadese dove era intento a pescare. Secondo quanto raccontato da un parente, testimone del dramma, il 31enne si sarebbe accorto del fatto che un orso polare stava per attaccare una delle figlie. A quel punto allora si sarebbe messo in mezzo per proteggere le bambine, urlando loro di allontanarsi e raggiungere la piccola barca con la quale erano arrivati sull’isola. Le figlie dell’uomo hanno utilizzato la radio per chiedere aiuto, mentre purtroppo il padre veniva attaccato mortalmente. Più tardi l’orso polare è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da una persona intervenuta sul luogo dell’attacco: purtroppo però per Gibbons non c’era più nulla da fare.