Cibi anti zanzara: ecco cosa bisogna mangiare per evitare fastidiose punture

Ecco quali sono i cibi adatti per evitare o scoraggiare la puntura di qualche fastidiosa zanzara

Sapevate che una zanzara può essere attirata a noi anche grazie al cibo che assumiamo durante i principali pasti? Ecco un paio di utili consigli da assimilare per tenerle alla larga. Si, è proprio vero, evitando di mangiare alcuni alimenti si può scoraggiare qualche zanzara a pungerci, anche se qualche temeraria lo farà in ogni modo perchè affamata o messa alle corde. Innanzi tutto, è risaputo che il consumo di carne insaccata ( i salumi e gli affettati) attira le zanzare come quasi nessun altro cibo, dunque è bene limitarne il consumo, ma bisogna anche non abusare di carni rosse e di formaggi stagionati, tutti prodotti buonissimi ma in grado di far aumentare di molto la temperatura corporea, attirando dunque le zanzare che vi sono nei pressi. 

I cibi anti zanzara per eccellenza sono il pompelmo, sia sotto forma di spremuta che al naturale, grazie alla presenza di nootkatone, una sostanza “insetticida” naturale. Al secondo posto dei cibi anti zanzara vi è l’aglio, noto per allontanare i vampiri, ma utile anche per combattere le zanzare, essendo considerato il repellente naturale per eccellenza grazie all’allicina, un principio attivo che conferisce alla pelle un odore acre, perfetto per allontanare una zanzara affamata. 

Leggi anche: i segreti usi alternativi del dentifricio!

Cibi anti zanzara: ecco cosa bisogna mangiare per evitare fastidiose punture

Cibi anti zanzara: ecco cosa bisogna mangiare per evitare fastidiose punture

Altro elemento particolarmente indicato per tenere lontane le zanzare è il pepe nero, alimento che contiene una sostanza chiamata acilpipedrine. Il basilico è un altro elemento assai indicato contro la zanzara, assieme a lavanda, menta e peperoncino che, se consumato, rilascia un odore sgradevole alle zanzare durante la fase di trasudo. Infine, da segnalare crusca e lievito di birra, dotate di vitamina B1 in gran quantità che, come il peperoncino, conferiscono al sudore un odore molto sgradito.