Scoperto uno squalo dall’aspetto inquietante a 600 metri di profondità: l’immagine sconvolge gli utenti

“Roba da incubo”. Così è stato descritto dagli utenti sui social uno squalo dall’aspetto bizzarro scoperto da un pescatore a 2000 piedi di profondità. Di cosa si tratta?

Trapman Bermagui, un pescatore in Australia, ha lasciato disorientati gli utenti di Facebook dopo aver caricato sui social una foto di uno strano e a dir poco inquietante squalo dall’aspetto bizzarro, con occhi sporgenti neri e blu e denti dall’aspetto sinistro. Trapman ha fatto la scoperta al largo delle coste australiane prima di pubblicare la foto online la scorsa settimana e gli utenti si sono affrettati a commentare definendolo “roba da incubo”. L’immagine inquietante della misteriosa creatura marina, postata sui social affinchè qualcuno la identificasse, era intitolata: “Il volto di uno squalo dalla pelle ruvida di acque profonde”. Da allora lo scatto ha ottenuto migliaia di like e centinaia di commenti.

Una persona ha suggerito che potesse trattarsi di uno squalo goblin che è stato “creato dall’uomo” da una “mescolanza di DNA”, un altro utente ha descritto lo strano predatore marino come una “roba da incubi”. Una terza persona ha scritto: “Non sopporto di guardarlo, ma ogni volta che distolgo lo sguardo lo vedo nella mia testa non riesco a credere che uno squalo sia così”. Del resto l’aspetto dell’animale, che nuotava a circa 650 metri di profondità, è quasi preistorico per via dell’insolita conformazione degli occhi.
C’è ch ha notato una somiglianza con squalo cookiecutter, piccolo squaliforme caratterizzato dal corpo allungato a forma di sigaro. Dean Grubbs, direttore del laboratorio costiero e marino della Florida State University, ritiene che la specie sia un Centroscymnus owstoni, ovvero un palombo. Mentre Christopher Lowe, direttore del Long Beach Shark Laboratory della California State University pensa possa essere uno squalo aquilone d’acque profonde.