Egitto: aperto sarcofago di Alessandria

Il grande sarcofago di Alessandria scoperto pochi giorni fa conteneva al suo interno tre scheletri, probabilmente di soldati.

E’ stato finalmente portato alla luce l’interno del grande sarcofago scoperto nei giorni scorsi ad Alessandria, in Egitto. Ciò che è stato scoperto all’interno della struttura ha destato sorpresa tra gli esperti, anche se il contenuto non ha nulla a che vedere con le fantasiose ipotesi avanzate nelle ultime ore, tra cui la presenza del corpo di Alessandro Magno. Si tratta di tre scheletri, identificati con tre soldati, con uno che presenta il cranio sfondato da un’arma appuntita.

Lo stato di conservazione, davvero pessimo, per la presenza di infiltrazioni di acqua, non ha permesso di sapere ulteriori informazioni sui tre corpi. L’acqua, infatti, ha accelerato il processo di decomposizione dei corpi e dei materiali che li accompagnavano nel sarcofago provocando un odore nauseabondo che ha allontanato gli esperti pochi minuti dopo l’apertura. Ulteriori ricerche saranno rivolte ad identificare meglio l’identità degli scheletri, la causa della morte e la loro origine.