Stromboli: due forti esplosioni, morto un turista

Due potenti eruzioni hanno interessato Stromboli nella giornata di oggi. Ucciso un turista.

Due forti eruzioni, alle 16:46, hanno interessato l’isola di Stromboli nella giornata di oggi. Le esplosioni sono state le più forti mai avvistate sull’isola dall’inizio del monitoraggio risalente al 1985. Due colate laviche hanno interessato la Sciara del fuoco e provocato la morte di un turista a Punta del Corvo. L’uomo è stato colpito in pieno da un masso lavico o è stato ucciso dagli incendi provocati dai lapilli incandescenti che sono caduti sui canneti e arbusti. Molte persone sono scappate e in tanti hanno cercato rifugio in mare.

foto: Matteo Cervinara Twitter

Un fumo scuro ha ricoperto buona parte dell’isola dell’arcipelago delle Eolie interessando la frazione di Ginostra, con un morto e tanti e danni. Ora il piccolo centro abitato è ancora senza corrente elettrica. In tanti stanno cercando di lasciare Ginostra, ma per ora è possibile soltanto via mare”. Già il 30 dicembre del 2002 la forte esplosione del vulcano provocò si un’onda anomala alta 20 metri che travolse l’isola per il distacco di due milioni di metri cubi di pietra lavica dal costone della Sciara del fuoco, l’equivalente di un palazzo di 30 piani. Da allora l’isola è oggetto si costante monitoraggio.