Sarpa salpa, il pesce ‘allucinogeno’ con gli effetti dell’LSD

Il pesce Sarpa salpa ha effetti simili alle droghe, ma solo se ne viene consumata la testa.

Gli effetti “stupefacenti” della Sarpa salpa sono conosciuti fin dall’antichità. Si tratta di un pesce che vive in una vastissima zona del Mediterraneo, nell’Oceano Atlantico orientale, fino in Sudafrica, ma soprattutto nelle cose di Tenerife, Malta e Cipro. Mangiare la Sarpa salpa significa andare incontro ad effetti allucinogeni molto marcati, per certi aspetti all’LSD con incubi notturni, voci e molto altro. E proprio come le droghe più potenti, gli effetti possono durare per alcuni giorni come accaduto alcuni anni a due uomini che la consumarono un un ristorante nel sud della Francia.

Sarpa salpa, il pesce ‘allucinogeno’ con gli effetti dell’LSD

E’ la testa, in particolare, a provocare questi incredibili effetti mentre mangiare il resto del corpo non ha alcuna controindicazione. La Sarpa salpa, infatti, viene servita nei ristoranti di tutto il mondo e sono davvero rari i casi di avvelenamento. L’origine delle allucinazioni sarebbe in una particolare tipologia di alga di cui si ciba l’animale, ma solo nel caso in cui il pesciolino ne abbia consumate dosi davvero elevate. Ma un’altra caratteristica interessante della Sarpa salpa è il fatto che sia ermafrodito. In pratica il pesce nasce maschio e poi diventa, con la crescita, una femmina. Il pesce si contraddistingue, inoltre, per delle striscioline che ne ricoprono tutto il corpo.