Giovane colpito da un fulmine in spiaggia, è morto

Un ragazzo di 33 anni è morto durante una tempesta, colpito da un fulmine caduto a terra sulla spiaggia di Siesta Key, in Florida

Una giornata in spiaggia si è trasformata in un dramma. E’ accaduto a Siesta Key, in Florida, a causa di un’improvvisa tempesta accompagnata da centinaia di fulmini che hanno provocato la morte di un giovane. La vittima è James W. Barton, 33 anni, che si trovava sulla spiaggia quando una scarica elettrica l’ha raggiunto, colpendolo. L’episodio è avvenuto nel pomeriggigo di domenica e, stando alla ricostruzione effettuata dalle autorità ascoltando le testimonianze di chi era presente, bagnini e personale di emergenza sono immediatamente intervenuti provando in ogni modo, manovre di rianimazione comprese, a tentare di rianimarlo e salvarlo fino all’arrivo dell’ambulanza.

I soccorritori lo hanno trasportato urgentemente al Sarasota Memorial Hospital ma qui i medici non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso. Secondo quanto dichiarato dai bagnini, i bagnanti sarebbero stati avvisati dell’arrivo imminente della tempesta ma non tutti avrebbero ascoltato l’avvertimento, compreso il 33enne. Trovarsi in acqua o sul bagnasciuga, con una tempesta di fulmini in atto, può rivelarsi molto pericoloso: anche se i casi di decesso provocati dai fulmini sono piuttosto rari, il rischio che una scarica cada a terra è decisamente più frequente ed è importante, se ci si trova su una spiaggia, ascoltare gli avvertimenti dei bagnini ed allontanarsi fino a quando la tempesta non si allontana.