Salute: i principali sintomi del tumore al fegato, il killer silenzioso

Un male latente che può essere individuato con grave ritardo. Ecco i sintomi più comuni del tumore al fegato.

Indicato come un ”male silenzioso” per il suo svilupparsi spesso senza particolari sintomi, il tumore del fegato è uno dei più temuti. Con l’aumento delle cellule cancerose cominciano ad apparire dei sintomi specifici come un dolore nella zona superiore dell’addome, che può colpire fin sulla schiena e sulle spalle. Con il trascorrere del tempo si può assistere all’ingrossamento del ventre, perdita di peso e di appetito. Anche la sensazione di nausea ricorrente ed il vomito, oltre la sensazione di sazietà sono correlabili al cancro al fegato. A tutto ciò possono aggiungersi la sensazione continua di stanchezza, l’ittero, la febbre e l’urina scura. Naturalmente la poca specificità dei sintomi non aiuta l’identificazione immediata della patologia, senza una serie specifiche di analisi.

Salute: i principali sintomi del tumore al fegato, il killer silenzioso

La prevenzione, come la maggior parte delle patologie di questo tipo, è fondamentale anche se purtroppo non è possibile prevenire il cancro al fegato, se non evitare i fattori di rischio più comuni come l’esposizione ai virus dell’epatite, l’alcol, alimentazione sregolata all’origine di obesità e alterazioni del metabolismo. I pazienti a rischio, ovvero affetti da patologie croniche al fegato e cirrosi, devono sottoporsi a periodiche analisi per l’individuazione di eventuali formazioni cancerose epatiche, già nelle fasi iniziali. Uno dei metodi di prevenzione è la vaccinazione per l’epatite B e per l’epatite C con farmaci in grado di azzerare la replicazione virale. L’epatite A è , appunto un fattore di rischio, come anche l’epatite B o C le cui infezioni vanno monitorate con analisi e cure specifiche. In ogni caso i tumori al fegato si suddividono in primari, ovvero le patologie che si sviluppano nell’organo e non prodotte dalle metastasi, nate dagli epatociti e che prendono il nome di epatocarcinomi. Ma in generale le neoplasie più ricorrenti che colpiscono il fegato sono secondarie, derivanti da tumori che si sviluppano nella altre zone del corpo, come il colon, la mammella o il polmone.