Plutone la futura casa dell’uomo? La ricerca americana

Il piccolo pianeta Plutone potrebbe rappresentare ''l'ultima spiaggia'' per la vita umana. Ecco perché

Una rivincita davvero particolare per Plutone, il corpo celeste ai confini del Sistema Solare declassato nel 2006 da pianeta a tutti gli effetti a ‘’pianeta nano’’. Secondo una ricerca della Columbia University Plutone sarebbe l’ultima spiaggia per l’uomo quando il Sole diventerà una gigante rossa inghiottendo Mercurio, Venere, la Terra e Marte. Proprio quest’ultimo era stato indicato dal miliardario americano Elon Musk  come possibile nuova colonia dell’uomo del futuro; un’opinione evidentemente non condivisa dagli scienziati americani. Quando tra 5 miliardi di anni il Sole terminerà il suo combustibile di elio aumenterà le sue dimensioni di migliaia di volte bruciando anche il pianeta rosso.

plutone

Plutone la futura casa dell’uomo? La ricerca americana

A quel punto, scartati per evidenti motivi i giganti gassosi, solo Plutone potrebbe rappresentare un luogo adatto per la sopravvivenza della vita dell’uomo. Il piccolo pianeta non verrà inghiottito dal Sole, ma anzi potrà vantare una temperatura media di 27 gradi, una condizione ideale per la nostra specie e che si aggiunge alla presenza di composti chimici adatti alla vita umana.